Falsi Green Pass. Indagati anche in Puglia

Pool cyber è il nome dell’inchiesta messa a punto dalla procura di Napoli, scoprendo un sistema criminale che ha coinvolto 82 indagati.

Le forze di polizia hanno perquisito con delega della procura, il commercio tarocco dei certificati verdi cosiddetti green pass, ricercati dai tanti no vax per far sì che le restrizioni designate disposte per coloro che si oppongono al vaccino, abbino un facile semaforo verde nelle aree vietate.

15 le persone iscritte nel registro degli indagati che hanno messo in piedi un sistema criminale, commerciando il falso, mentre 67 i clienti che hanno acquistato certificati inesistenti, disabilitati immediatamente al successivo sequestro dei siti web, creati dai truffatori per i destinatari delle richieste e che hanno riguardato l’intero territorio da nord a sud Italia comprendendo le province di Trento, Milano Brianza, Roma e Messina.

Ancora accertamenti saranno disposti per identificare ulteriori richiedenti.
Inoltre violati i sistemi sanitari di Campania, Lazio, Puglia, Lombardia, Calabria e Veneto.

Angelica D’Andola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...