ANGIOLA (AZIONE, CON CARLO CALENDA): NEL CONTRASTO ALLA CRIMINALITA’, SE LA POLITICA SI MUOVE I RISULTATI SI VEDONO. ADESSO SI SOTTOCRIVA UNA RICHIESTA CONGIUNTA PER LA RIAPERTURTA IMMEDIATA DEGLI UFFICI GIUDIZIARI SOPPRESSI.

“Apprendo con piacere la notizia del rafforzamento, anche se solo per il periodo estivo, delle forze di polizia nella provincia di Foggia per contrastare i fenomeni criminosi che di recente hanno fatto registrare una pericolosa recrudescenza. Il mio intervento “sull’ordine dei lavori” alla Camera dei Deputati del 13 luglio dopo l’assassinio del pregiudicato sanseverese e il gravissimo ferimento del nipotino, con il quale chiedevo ai ministri Lamorgese e Cartabia di venire a riferire in aula, non è passato inosservato. Anzi, ho la certezza che la mia richiesta sia giunta tempestivamente sul tavolo dei citati ministri”. Lo afferma l’On. Nunzio Angiola di Azione, il partito di Carlo Calenda.

“Mi giunge anche voce di interessamenti di altri politici volti all’ottenimento di rinforzi di forze di polizia. Che ben venga! Questo dimostra che se la politica si attiva, se fa fronte comune, i risultati arrivano. Credo anche che se la politica del nostro territorio si muovesse in modo coordinato, i risultati potrebbero essere ancora più rilevanti. Spiace molto che alcuni politici, regionali e nazionali, siano completamente assenti da sempre su questi temi e rimangano in altre faccende affaccendati”, continua Angiola.

“Tuttavia, il potenziamento delle forze di polizia, per giunta temporaneo, non può bastare da solo. Occorre ben altro. La scorsa settimana ho depositato una interrogazione parlamentare con la quale chiedo alla Ministra Cartabia di rivedere la geografia giudiziaria del circondario dei Tribunale di Foggia. Si è trattato di un mio ennesimo intervento sul tema. Oggi mi permetto di proporre a tutti i parlamentari e consiglieri regionali del circondario del Tribunale di Foggia di sottoscrivere una richiesta urgente da trasmettere alla Ministra Cartabia per la riapertura immediata di tutte le sedi degli uffici giudiziari soppresse con la riforma del 2012 – conclude Angiola- perché la presenza di uffici giudiziari è un mezzo formidabile di prevenzione e contrasto dei fenomeni criminali e il diritto all’acceso alla giustizia, soprattutto per i cittadini dei comuni più periferici rispetto a Foggia, è un diritto fondamentale che oggi viene spesse volte negato”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...