Il sindaco dimissionario di Foggia Landella dal pm per essere ascoltato: «Non ritiro le dimissioni»

Foggia, il sindaco Landella scrive ai cittadini: «Troppi ragazzi senza mascherina, famiglie fate più attenzione»

Il sindaco dimissionario di Foggia, Franco Landella (Lega), ha chiesto di essere ascoltato dai due pm inquirenti Enrico Infante e Roberta Bray dopo la perquisizione avvenuta nella sua abitazione il primo maggio scorso nel corso della quale sono stati sequestrati i telefoni cellulari sia al primo cittadino sia a sua moglie (dipendente comunale). Lo rende noto il legale di Franco Landella, l’avvocato Michele Curtotti che specifica che «sono stati loro stessi a chiedere di essere ascoltati».

«Ho sentito il dovere morale e istituzionale di chiedere un confronto che mi è stato concesso». Lo ha detto poco fa il sindaco dimissionario di Foggia (Lega), Franco Landella, all’uscita dalla Procura dauna dove è stato ascoltato, su sua richiesta, dai pm Roberta Bray ed Enrico Infante, titolari dell’indagine a carico del primo cittadino. Il primo maggio il sindaco Landella ha subito una perquisizione domiciliare nel corso della quale sono stati sequestrati due cellulari (il suo e quello della moglie) e – si apprende oggi – una somma di denaro che si aggirerebbe attorno ai 7mila euro. Sull’audizione e sui fatti oggetto dell’indagine il difensore di Landella, Michele Curtotti, si è limitato a dire che «si tratta di atti coperti dal segreto istruttorio». Sulla somma sequestrata Landella ha invece spiegato che si tratta «del salvadanaio dei miei figli».
«Non mi sono dimesso – ha spiegato il primo cittadino – né per la perquisizione né per la manifestazione «NoLandellaDay” tenutasi ieri. Non penso che ci siano le condizioni per continuare a svolgere questo ruolo in un clima di sospetto. Penso, come già avevo detto in una conversazione con il procuratore capo Ludovico Vaccaro, che se ci fossero stati dubbi o qualsiasi elemento che avrebbero messo in dubbio la mia correttezza politica amministrativa e istituzionale non avrei esitato un solo istante a dimettermi». «Il clima – ha concluso – non è dei migliori perché c’è gente che ha usato e abusato facendo millantato credito nei miei confronti».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: