Il Comune di Foggia ha adottato il Registro della bigenitorialità

Anche il Comune di Foggia ha adottato il Registro della bigenitorialità. Con la delibera di Consiglio comunale 113/2020 è stato approvato il Regolamento comunale per l’istituzione e la tenuta del Registro, affidato dall’Ufficio Anagrafe con la successiva delibera di Giunta 6/2021.

“Si tratta di uno strumento che permette di annotare formalmente la residenza o il domicilio di entrambe i genitori e che agevola i genitori nell’esercizio della partecipazione e della conoscenza di tutte le vicende che interessano la vita e l’educazione dei figli – dichiara il sindaco di Foggia, Franco Landella -. Con il Registro della bigenitorialità, l’Amministrazione comunale compie un passo importante nell’affermazione del diritto di ogni figlio a fruire dell’apporto educativo e affettivo di entrambi i genitori separati o divorziati e con i parenti di ciascun ramo genitoriale”.

Il principio della bigenitorialità, introdotto dalla legge 54/2006, sancisce il diritto di ogni figlio a fruire dell’apporto educativo e affettivo di entrambi i genitori, a mantenere un rapporto equilibrato e continuativo con ciascuno di essi, a ricevere cura, educazione e istruzione da entrambi, anche qualora siano separati o divorziati, e di conservare rapporti significativi con gli ascendenti e con i parenti di ciascun ramo genitoriale. Il diritto soggettivo del minore alla effettiva bigenitorialità ha carattere inviolabile.

In molte delle separazioni l’affido dei figli è condiviso, ma la loro collocazione prevalente sancisce anche la loro residenza legale. Nel Regolamento comunale è previsto che un minore possa essere iscritto al registro a condizione che ne faccia richiesta almeno uno dei genitori, che a sua volta sia titolare della responsabilità genitoriale, e che il minore sia residente nel territorio comunale di Foggia. Con l’iscrizione del minore nel registro, tutte le comunicazioni che dovessero essere destinate allo stesso minore per fini amministrativi o da parte di soggetti che interagiscono, saranno inviate alla residenza di entrambi i genitori.

“Abbiamo recepito le istanze che ci sono giunte dalle associazioni sull’istituzione del Registro della bigenitorialità – dichiara l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Foggia, Raffaella Vacca –. Appena il Consiglio comunale, su mozione del consigliere Raffaele di Mauro, ha votato l’accapo, ci siamo attivati con gli uffici comunali affinché potesse essere attivato il registro anche a Foggia, nonostante le difficoltà dovute alla pandemia. È stato stilato un Regolamento del registro e sul sito internet del Comune di Foggia è possibile scaricare i moduli dove gli interessati potranno trovare tutte le informazioni su un tema tanto delicato quanto importante per molti genitori separati o divorziati”.

Contestualmente all’iscrizione al registro, il genitore acconsente alla comunicazione dei dati del registro ad altri enti, istituzioni, ordini professionali che interagiscano con la vita dei propri figli, qualora ne facciano legittima e motivata richiesta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...