Niente Conte ter. Draghi atteso in Quirinale: ipotesi Panetta per il Mef

Cottarelli, Cartabia e Capua candidati a un ministero. Tra i possibili nomi anche quello di Vittorio Colao

Mario Draghi ha già fatto sapere che la scelta dei Ministri dovrà essere valutata riguardo a persone di alto profilo al di sopra delle parti. Professionisti che possano trovare il gradimento “responsabile” di tutte le forze politiche.

Serve un centro destra compatto a sostegno di Draghi per sopperire alla mancanza di voti provenienti dal Movimento 5 Stelle, fermo e coeso sul sostegno esclusivo alla figura di Giuseppe Conte (Crimi: “ non voteremo mai un governo Draghi).

Alcuni nomi emersi sono divisivi, come quello di Ilaria Capua, spesso al centro di polemiche per le sue dichiarazioni sulla pandemia.

Tra i punti cruciali indicati da Sergio Mattarella c’e’ la crisi economica, oltre a quella sanitaria.
Per il Ministro dell’Economia il nome che circola già è quello di Fabio Panetta, membro italiano dell’esecutivo Bce, che potrebbe raccogliere l’eredita’ di Roberto Gualtieri sul dossier Recovery plan. L’esperienza di Panetta è – sulla carta – una garanzia di profonda professionalità e competenza. Ma l’operazione Next Generation Eu, per funzionare, ha bisogno di un valido ufficiale di collegamento con l’Europa.
In questo caso, per la figura di ministro dei rapporti con l’Ue si fa il nome di Carlo Cottarelli, grande conoscitore dell’economia ma con buoni rapporti con le istituzioni Ue.

Per il Viminale ci potrebbe anche essere la conferma di Luciana Lamorgese, che non ha un pedigree politico ma viene dal mondo dei cosiddetti ‘tecnici’.

Un’altra casella in cui Draghi dovrà trovare una personalità di valore assoluto e’ quello della Sanita’. I rumors delle primissime ore suggeriscono di guardare alle eccellenze italiane fuori dai confini del Paese. In particolare ad Ilaria Capua, che ha già avuto un’esperienza parlamentare nella scorsa legislatura, dunque conosce certe dinamiche, e oltretutto gode di una stima internazionale.
Per lo Sviluppo economico, infine, la candidatura che filtra in queste ore è quella di Enrico Giovannini, economista ed ex ministro del Lavoro nel governo di Enrico Letta.
Non e’ escluso che il dicastero possa essere accorpato nuovamente a quello delle Politiche sociali, ma questo è un tema di cui discuterà Mario Draghi.

Solo da questo pomeriggio i contatti avviati da Draghi ieri sera, riprenderanno.
Questa mattina il Presidente incaricato sentirà i leader dei partiti per andare da Mattarella con le idee più chiare possibili, alle ore 12.00

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: