Dell’Agnello non basta, il Foggia cade a Catania.

Prima sconfitta del 2021 per i satanelli, che al ‘Massimino’ perdono 2-1, dopo sette risultati utili.

Il Foggia chiude il girone d’andata con la sfida al Catania di Mister Raffaele. Solo un punto divide in classifica le due formazioni, pronte a darsi battaglia sul campo. Ieri è stato un giorno storico per il Catania, poiché Tacopina ha deposto la sua firma per il preliminare dell’acquisizione del club che si appresta al passaggio di proprietà. Marchionni è costretto a rinunciare a Del Prete e Vitale, infortunati. Al loro posto spazio a Galeotafiore e Garofalo. Inoltre, a sorpresa, in attacco Dell’Agnello affianca Curcio e Cardamone debutta da titolare. Il Catania si schiera con un 3-4-3 nel quale figurano Sales e Russotto, nuovi innesti provenienti dal calciomercato.

PRIMO TEMPO: Nei primi minuti il Catania conduce la partita e la prima vera occasione gli consente di portarsi in vantaggio: al 15′ Piccolo serve d’esterno Sarao che, di tacco, fa la sponda per Dall’Oglio, il quale trafigge Fumagalli. Il primo tiro del Foggia si registra al 20′, con un colpo di testa di Dell’Agnello che, però, non impensierisce il portiere avversario. Al 25′ splendida azione dei padroni di casa che termina con una verticalizzazione per Russotto, solo ma in fuorigioco. Al 36′ Zanchi crossa, Calapai colpisce di testa e Fumagalli respinge coi pugni. Al 39′ tegola pesante per Marchionni: Rocca è costretto ad uscire per infortunio, al suo posto entra D’Andrea. Al 46′ il Foggia trova il pareggio: Curcio pennella il calcio d’angolo, Dell’Agnello sovrasta i difensori avversari e con una spizzata spedisce il pallone all’angolino. Al rientro negli spogliatoi le due squadre sono sull’1-1, al termine di una frazione che ha visto, inizialmente, il Catania protagonista e i rossoneri padroni del campo nell’ultimo quarto d’ora.

SECONDO TEMPO: Il Foggia inizia il secondo tempo con due sostituzioni: Di Jenno per Cardamone e Germinio per Galeotafiore. Al 50′ il Catania si riporta nuovamente in vantaggio con il sinistro incrociato di Piccolo servito millimetricamente da un filtrante di Russotto. Al 56′ l’autore del 2-1 può siglare la propria doppietta attraverso un calcio di punizione, ma il suo tiro si infrange sui guantoni di Fumagalli. Al 52′ Curcio cerca di sorprendere Confente dalla distanza, ma il portiere rossoazzurro devia in calcio d’angolo. Al 69′ Sarao si gira in area e conclude, ma la sua finalizzazione è debole e il portiere foggiano blocca agevolmente la sfera. Al 78′ contropiede pericoloso del Catania che termina con un tiro alto di Piccolo. I padroni di casa continuano a dominare e a rendersi pericolosi e all’80’ Calapai, al volo, dopo uno scambio ravvicinato con un suo compagno, fa venire i brividi a Fumagalli, ma per fortuna del Foggia il pallone finisce di poco a lato. I rossoneri non si rendono mai più pericolosi e la gara termina 2-1.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: