Oggi, il 38esimo anniversario del Gen. Carlo Alberto Dalla Chiesa

Il gen. Carlo Alberto Dalla Chiesa, prefetto di Palermo e sua moglie assassinati a Palermo 38 anni fa, furono uccisi prima dalla Mafia e poi dallo Stato.

Il Prefetto Dalla Chiesa mori’ a Palermo, abbattuto da Cosa Nostra. Era il generale dei carabinieri che aveva guidato l’Antiterrorismo negli anni di piombo, indagato sul caso Moro e sconfitto le Brigate Rosse.

Era un generale nominato cento giorni prima prefetto nella città dove era arrivato per intercettare il nodo mafia-politica senza riguardi per nessuno.

Obiettivo stroncato con un isolamento seguito dal massacro di via Carini, dove quella sera del 3 settembre 1982, poco dopo le 21, Carlo Alberto Dalla Chiesa fu ucciso con la giovane moglie Emanuela Setti Carraro e l’agente di scorta Domenico Russo che seguiva la loro anonima A112 a bordo di una berlina blu.

La seconda volta fu ucciso dallo Stato che si contrappose alla famiglia per il riconoscimento SACROSANTO al risarcimento per le sofferenze patite per la morte del loro padre.

Solo 37 anni dopo la sua morte la sentenza della II sezione della Corte d’appello di Milano, ribalta il verdetto di primo nel 2018. (La controparte era Il Ministero delll’Interno) riconoscendo ai figli del generale Carlo Aberto Dalla Chiesa, il diritto di essere risarciti dallo Stato per le sofferenze patite per la morte del padre con la cifra massima prevista.

Il ministero dell’Interno, che gestisce un “Fondo di rotazione per la solidarietà alle vittime dei reati di tipo mafioso” (istituito nel 1999), aveva negato l’accesso fondo perché erano trascorsi i 10 anni previsti per intentare una causa civile e si era visto dare ragione quando chiedeva che il risarcimento venisse addebitato solo al boss condannato in via definitiva per la strage di via Carini nel maggio del 2006: ovvero Calogero Ganci, che però è nullatenente.
Sharing Tv lo ricorda oggi con una sua celebre frase, inserita nello spot di presentazione di ULTIMI, l’Associazione Antimafia di Don Aniello Manganiello, dove affermava: “ci deve essere solo un potere e deve essere quello dello STATO”!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: